Il termometro del MangiarSano

L’obiettivo della creazione di questo strumento, studiato per CIR food da ADI che ne detiene il copyright, è quello di fornire una valutazione nutrizionale globale della porzione di alimento/piatto/prodotto alimentare che si vuole assumere.

 

STRUMENTO. Va innanzitutto premesso come il TERMOMETRO DEL MANGIARSANO o TERMOMETRO NUTRIZIONALE non costituisca uno strumento indicatore di pericolosità assoluta o divieto, non essendoci per l’individuo sano prescrizioni per alcun tipo di alimento. Sono la quantità e frequenza di assunzione a determinare il rischio di ricaduta negativa sulla salute.

 

Il TERMOMETRO NUTRIZIONALE è suddiviso in 10 settori:

  • verde chiaro: indica un prodotto/piatto, la cui porzione può essere assunta anche più volte nella giornata, perché presenta caratteristiche nutrizionali che non costituiscono necessità di particolare attenzione.
  • verde scuro: necessita di un minimo di riflessione circa l’equilibrio nutrizionale del pasto nell’intera giornata.
  • arancione: necessita di attenzione con ciò che si desidera mangiare successivamente nello stesso pasto e/o nell’arco della giornata.

 

meter-with-marker

 

Per il posizionamento della “X” si è cercato di calcolare il valore teorico di una porzione media di cibo considerando: il consumo medio giornaliero di un italiano (media di uomo e donna) con un’attività fisica medio-bassa, la distribuzione % di 3 macronutrienti (carboidrati, lipidi e protidi) e di fibra, la priorità dell’apporto di energia sugli altri nutrienti, la suddivisione media di pasti nella giornata, il peso specifico di primo e secondo piatto nell’ambito di pranzo e cena e, infine, che la presenza di fibra costituisca un elemento protettivo.

Indietro

Concessionario Ufficiale